MUSEO DELLA
CATTEDRALE DI ANAGNI

Scopri i tesori della Cattedrale di Santa Maria Annunziata e visita la Cappella Sistina del Medioevo!

CORPUS IURIS CIVILIS IUSTINIANEUM
Verso il Cinquecentenario della copia a stampa. 1519 - 2019

Il 27 aprile 2018 avrà inizio la Mostra dei tomi del Corpus Iuris Civilis e in quell'occasione sarà possibile acquistare le cartoline e le pregiate riproduzioni delle incisioni del Corpus, impreziosite da un annullo filatelico appositamente realizzato da PosteItaliane, il cui stand sarà situato all’ingresso del Museo. I preziosi volumi del Corpus Iuris Civilis sono stati realizzati da stampatori francesi tra il 1517 e il 1519 e presentano numerose incisioni di particolare pregio. Fino al 4 maggio 2019 i visitatori del Museo potranno osservare questi preziosi tomi aperti nelle pagine più interessanti e apprezzare con i propri occhi la maestria con la quale sono state riportate tutte le leggi, i commenti e le glosse.
Il Corpus Iuris Civilis è il frutto del principale lavoro di raccolta e sistemazione della produzione giuridica antica, realizzato al tempo e per volere dell’imperatore Giustiniano I (527-565) e strutturato in 4 parti: le Istituzioni, le Costituzioni, il Digesto (o Pandette) e il Codice.

LA NUOVA AUDIOGUIDA DEL MUCA

Scarica l'APP "Museo della Cattedrale di Anagni" dal tuo store preferito e comincia il tuo viaggio nella storia!

LA CATTEDRALE DI ANAGNI, IL GIOIELLO PIÙ PREZIOSO DELLA CITTÀ DEI PAPI

Il Museo della Cattedrale di Anagni (MuCA) è uno dei più importanti monumenti e poli di attrazione turistica per il Lazio meridionale, soprattutto per la bellezza e la preziosità dei tesori che vi si conservano.

Il MuCA apre le porte a tutti i visitatori: vieni ad immergerti in un mondo antico, affascinante e ricco di sorprese e ad ammirare le splendide cripte sotterranee con i loro vasti cicli ad affresco.

CALENDARIO

OGGIDicembre 2018
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     
34567
111213
1719202122
24262728
      

La Cattedrale

Oltre ad essere un monumento artistico, è un luogo privilegiato di preghiera
in cui la liturgia quotidiana è vissuta nella molteplicità delle sue espressioni.